Apertura del Sinodo Diocesano

Al via l'anno celebrativo del Sinodo

Si è aperto ieri sera a Mileto nella Basilica Cattedrale l’anno celebrativo dal Sinodo diocesano. All’evento hanno partecipati i sacerdoti, i religiosi, le religiose, i diaconi, tutte le componenti ecclesiali e gli oltre 350 delegati delle varie parrocchie.

Quello che si avvia – ha esordito il vescovo Luigi Renzo durante l’omelia – è un evento storico che apre un cammino comunitario con spirito nuovo, liberi tutti da atteggiamenti di imboscamento, o tentativi di fuga. Nessuno si può autoescludere. Il Sinodo, il primo della diocesi unificata di Mileto-Nicotera-Tropea, deve immetterci tutti insieme sulla strada che Dio ha pensato per noi e che lo Spirito ci sta facendo capire e pregustare nella sua fecondità santificante. Non è consentito a nessuno fermarsi solo a guardare o far finta di niente. Siamo qui convocati stasera, nel giorno speciale della Dedicazione della Cattedrale, che da qualche anno abbiamo destinato al mandato diocesano per gli operatori pastorali. Questa volta si aggiunge -ha proseguito il presule – un altro mandato, quello del cammino sinodale, che siamo chiamati a prendere scrupolosamente sul serio non solo per non perdere il treno del dialogo con la storia, ma anche per sentirci validamente “Una Chiesa lieta di testimoniare il Vangelo”, come ci siamo proposti di essere con l’aiuto di Dio”.

Il vescovo ha quindi evidenziato che il “Sinodo, come più volte è stato sottolineato, non va vissuto alla stregua di un semplice convegno pastorale, diluito nell’arco dell’anno, che si interroga su particolari tematiche, ma è l’esercizio costante a vivere come Chiesa che dall’ascolto e dalla comunione col Padre, col Figlio e con lo Spirito sa discernere la vita nuova del Vangelo, mettendosi insieme a tanti fratelli e sorelle che decidono di perseguire la stessa meta. Una Chiesa fresca e vivace vive – ha sottolineato Renzo – la missione nel mondo senza lasciarsi imbalsamare ed imbavagliare dalle circostanze, sa amare il mondo con gli occhi ed il cuore di Dio, si sforza di mantenere sempre carica la ricchezza spirituale della carità da annunciare, comunicare e testimoniare generosamente. Al mondo liquido non possiamo offrire comunità liquide, senza contenuti precisi e solidi; ad un mondo bisognoso di Vangelo non possiamo presentarci solo come “centri di servizi religiosi”. Esige di più da noi. Soprattutto i giovani oggi più che mai fanno fatica ad accettare una Chiesa senza mordente e senza una identità credibile in cui riconoscersi e per cui impegnarsi. Una Chiesa, una Parrocchia povere di relazioni umane significative ed insufficienti a costruire legami reali e stabili non esercitano attrattiva e non dissetano con “l’acqua viva che zampilla per la vita eterna”, come ci ricorda e ci sollecita il logo stesso del nostro Sinodo. Altro momento importante della celebrazione è stato quando i delegati presenti hanno pronunciato insieme al vescovo la professione di fede e il giuramento canonico.

Agenda Pastorale
2019-12-11
Riunione commissioni sinodali
Sedi commissioni
17.00
2019-12-30
Riunione commissioni sinodali
Sedi commissioni
17.00
2020-01-12
Prima Assemblea Sinodale
Auditorium Gesù Salvatore - Vena di Jonadi
15.30
Sito del Sinodo Diocesano

Copyright © 2019 Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea - Tutti i diritti riservati. - Note legali - Privacy policy